ALIENI: METODI E STRUMENTI PER I LAVORO CON I NUOVI ADOLESCENTI

Metodi & C.I.R.C.E.
Area Tematica:  Sociale

Gli adolescenti di oggi vivono un’età di passaggio biografica, in un’epoca di passaggio storica. I ricercatori ci dicono che, da alcuni anni, è in atto una mutazione generazionale che non ha eguali nei decenni precedenti.
Il problema è dei ragazzi… che devono costruire un proprio modo di apprendere, dare senso ai propri vissuti e abitare il mondo, devono attuare tecniche di r-esistenza a problemi nuovi, in un periodo della vita già di per sé ricco di inquietudini, trasformazioni. Spesso ci riescono (ma le soluzioni non sempre le riconosciamo perché lontane dal nostro modo di vedere), altre fanno molta fatica, perché il compito, oggettivamente, non è facile.
Il problema è nostro… che per primi dobbiamo capire come si abita quest’epoca, che incontriamo questi ragazzi nel periodo più difficile in assoluto, quando questo mix di contingenze li rende più incontenibili (e/o più chiusi).
Se non vogliamo soccombere dobbiamo sviluppare capacità di lettura delle situazioni, creatività, tattiche gioiose di guerriglia pedagogica, adatte ad affrontare l’emergenza di ritrovarci in spesso in istituzioni rigide, in tempi in cui tutto cambia molto velocemente. Dobbiamo approcciarci con curiosità alla loro cultura, alla loro arte, i loro mondi, mantenendo la saggezza che proviene dalla nostra esperienza e dalla nostra formazione. Allo stesso tempo non possiamo prescindere dall’imparare ad affrontare sentimenti di frustrazione, paura, insicurezza che questa sfida naturalmente comporta.

La nostra proposta formativa è quella di esplorare il mondo delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi e, allo stesso tempo, avere consapevolezza degli “occhiali” con cui noi lo scrutiamo. Sviluppare competenze e strumenti di lavoro a partire dalle specificità e dal bagaglio di ogni operatore.
Per questa ragione l’approccio metodologico utilizzato sarà di tipo esperienziale, in modo da stimolare il continuo confronto tra le competenze e i vissuti dei corsisti e i temi discussi. Ci confronteremo con strumenti artistici, immaginifici, applicazioni digitali, metodi d’azione. Ci approcceremo con sguardo curioso e analitico alla musica, ai video, alle narrazioni che fanno parte dell’universo giovanile e scopriremo come renderli risorsa nel nostro lavoro, anche se magari li sentiamo lontani dai nostri vissuti.

Crescere Alieni è il corso base. E’ pensato per trattare e analizzare i temi principali da considerare nel lavoro con i nuovi adolescenti: il mutato contesto sociale, i linguaggi e le sensibilità delle nuove generazioni. In relazione a questo si inizieranno a sperimentare strumenti efficaci di lavoro sul campo.
Autodifesa Digitale permette di approfondire la riflessione sull’utilizzo delle tecnologie digitali, per confrontarsi con esse tenendo insieme i punti di vista tecnico, pedagogico e di pensiero critico, e scoprirne possibili nuovi strumenti e approcci educativi.
Pedagogie Hip Hop e Nerd è proposto come occasione per osservare ancora più da vicino le culture giovanili e le possibilità creative, di crescita personale e sociale delle nuove generazioni. Tra altre cose ci si focalizzerà sulle pratiche del rap, dei graffiti, sugli immaginari fantasy e fantascientifici.
Coltivare fiori nel caos è dedicato principalmente al lavoro educativo nelle sempre più diffuse situazioni di imprevisto e precarietà, tensione. Si rifletterà su come gestire gruppi “difficili”, adolescenti conflittuali e provocatori, e su come gestire il carico emotivo che tutto questo provoca.

Vai all’articolo Natura, adolescenti, catastrofi (e i survivors dell’Apocalisse)

Vai al libro Pedagogia Hip-Hop: gioco, esperienza, resistenza